IL MARTIRIO DI S.PIETRO DA VERONA


IL MARTIRIO DI S.PIETRO DA VERONA
  • Data30-03-2015
  • Categoria

Olio su tavola, 1527-1528 c.a Alzano Lombardo, Museo d'Arte Sacra S.Martino


Il Martirio di S. Pietro da Verona è un dipinto dell'artista bergamasco Jacopo Negretti meglio noto come Palma il Vecchio. L'artista realizzò il bozzetto dell'opera in occasione di un concorso, più precisamente quello indetto nel 1528 dalla Confraternita veneziana di S. Pietro Martire che prevedeva la realizzazione di una pala d'altare per la chiesa domenicana dei Santi Giovanni e Paolo.
Questa "gara" per immagini vide anche l'adesione di Tiziano Vecellio e Pordenone. Vinse Tiziano al quale venne dato l'incarico di eseguire il dipinto che nel 1867 andò irrimediabilmente perduto a causa di un incendio e del quale esistono solo copie.
Il protagonista dell'opera è Pietro da Verona un religioso domenicano appartenente all'Ordine dei Predicatori contro le eresie, nominato inquisitore da papa Gregorio IX nel 1251, per le città di Milano e Como.
Il dipinto narra dell'agguato a seguito del quale il frate domenicano perì. L'agiografia relativa al santo riferisce che durante una giornata del 1252, Pietro ed altri conversi stavano raggiungendo a piedi la citta di Milano quando all'improvviso due uomini comparirono alle loro spalle: accoltellarono il compagno di Pietro da Verona e misero a morte quest'ultimo, mediante una pugnalata alle spalle ed un profondo taglio infertogli con un falcetto che gli penetrò il cranio.
La singolarità dell'opera risiede nel fatto che l'artista dipinse un episodio narrativo nella misura di un ancona, fatto del tutto poco usuale per il periodo, durante il quale le vicende narrative delle storie sacre erano ancora destinate alle predelle, scomparti collocati nei livelli inferiori dei polittici.
Dopo l'esito negativo del concorso a cui partecipò, Palma forse con l'aiuto dell'amico Lorenzo Lotto, ottenne la commissione della pala d'altare per la Chiesa di S. Pietro Martire di Alzano Lombardo, che la ospitò fino al 1730, anno in cui venne spostata all'interno della Basilica di S. Martino e in seguito nell'annesso Museo d'Arte Sacra S. Martino.

La tavola si può collocare tra il 1527-1528 e da un punto di vista iconografico può idealmente essere suddivisa in due parti.
In primo piano la scena risulta drammatica e al contempo dinamica: I domenicani tentano invano di fuggire ma i sicari sferrano il loro colpo mortale. Quest'ultimi indossano abiti rinascimentali ai quali Palma il Vecchio rivolge interesse, dal dettaglio del copricapo dell'uomo con pugnale fino alle calzature. Evidenti sono i simboli del martirio, pugnale e falce, tradizionali attributi del santo che con sguardo misericordioso volge gli occhi al cielo dove, circondato da angeli e cherubini compare il volto del Padre Eterno.
In secondo piano una distesa foresta ospita al lavoro alcuni taglialegna completamente ignari di ciò che sta accadendo davanti a loro, mentre un compagno di S. Pietro cerca di mettersi in salvo scappando. Il paesaggio è di chiara reminiscenza veneziana, costituito da passaggi tonali delicati che contribuiscono a dar vita ad una scena pacata e serena in antitesi con il primo piano doloroso, angoscioso. Attraverso l'impiego variegato di pigmenti di colore steso per velature l'artista ottenne esiti di grande lucentezza e fluidità pittorica.
Il Martirio di S.Pietro da Verona, in occasione della mostra Palma, un capolavoro ad Alzano resterà esposto fino al 21 giugno presso le sagrestie della Basilica di S. Martino di Alzano Lombardo.



Potrebbe anche interessarti

  • Cristo Redentore Benedicente
    Cristo Redentore Benedicente

    (20-01-2018) - Opera

    Paper drop (Krischnamurti) II, 2007 Wolfgang Tillmans
    Paper drop (Krischnamurti) II, 2007 Wolfgang Tillmans

    (15-02-2017) - Opera

    Hoss 2003, Peter Zimmermann
    Hoss 2003, Peter Zimmermann

    (13-11-2016) - Opera

    LA MADONNA CON IL BAMBINO A.MANTEGNA
    LA MADONNA CON IL BAMBINO A.MANTEGNA

    (03-03-2016) - Opera

  • IL SARTO Giovan Battista Moroni
    IL SARTO Giovan Battista Moroni

    (17-02-2016) - Opera

    NATURA MORTA CON STRUMENTI MUSICALI E.BASCHENIS
    NATURA MORTA CON STRUMENTI MUSICALI E.BASCHENIS

    (25-08-2015) - Opera

    VEDUTA DI DELFT  J.VERMEER
    VEDUTA DI DELFT J.VERMEER

    (02-09-2014) - Opera

    Giorgio Oprandi Lo sguardo del viaggiatore
    Giorgio Oprandi Lo sguardo del viaggiatore

    (20-08-2018) - Recensione
    Accademia Tadini, Lovere

  • Il Nilo, Giorgio Oprandi
    Il Nilo, Giorgio Oprandi

    (11-07-2018) - Evento
    Ubi Banca, Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto 8 Bergamo

    Manzù tra vita e opere
    Manzù tra vita e opere

    (06-06-2018) - Evento
    Palazzo della Provincia di Bergamo

    L'eredità di Caravaggio.
    L'eredità di Caravaggio. "Capolavori in luce"

    (12-05-2018) - Recensione
    Bergamo

    Picasso, De Chirico, Morandi
    Picasso, De Chirico, Morandi

    (09-05-2018) - Recensione
    Brescia, Palazzo Martinengo

  • La moda incontra il surrealismo di Ignasi Monreal
    La moda incontra il surrealismo di Ignasi Monreal

    (07-05-2018) - Articolo

    Luo Li Rong
    Luo Li Rong

    (17-04-2018) - Artista

    Raffaello e l'eco del mito
    Raffaello e l'eco del mito

    (19-03-2018) - Recensione
    GAMeC, Bergamo

    Esposizione della scultura
    Esposizione della scultura "Serendipity"

    (09-03-2018) - Evento
    Chiostro di Santa Marta, Ubi Banca Bergamo



Commenti: 0







Lascia un commento

Dichiaro di accettare la Privacy Policy