BERGAMO E LE SUE MURA


BERGAMO E LE SUE MURA
  • Data18-11-2014
  • Categoria
  • LocalitàBergamo Alta

Fino al 30 novembre, presso il Ristorante Da Mimmo,in via Colleoni 17 a Bergamo, è allestita la mostra di Serenella Oprandi dal titolo "Bergamo e le sue mura" che vede esposte le sue opere nelle quali protagonista è Bergamo Alta e le sue fortificazioni.
Questa mostra è un omaggio a Città Alta e come accennavo poc’anzi alle sue mura, che, è notizia di pochi mesi fa, sono state inserite nella lista propositiva del Patrimonio Mondiale dell’Unesco affinchè possano essere riconosciute per il loro valore culturale nonché storico e paesaggistico.
Le opere in esposizione sono ventidue accomunate dall'uso sapiente della tecnica dell'acquerello impiegata di volta in volta, per rendere visivamente aspetti caratteristici della nostra città. Sono presenti alcuni dipinti che fanno parte della collezione “Bergamo e dintorni” ed alcuni inediti.
Verso Città Alta (fig 1), le mura settentrionali  (fig 2), Porta S.Alessandro (fig 3) sono dipinti nei quali ad una visione oggettiva della realtà, costituita da elementi riconoscibili, l’artista sovrappone le sue emozioni, l’intensità con cui percepisce l’atmosfera di un luogo in un dato momento.
Nell'opera le mura viste da Borgo Canale, immagine di copertina della recensione, i bastioni rappresentati in primo piano, sono imponenti costruzioni architettoniche che conferiscono al dipinto senso di protezione, dietro le quali la città con i suoi abitanti trova riparo e si sente al sicuro. Alcuni dipinti sono dedicati a particolari scorci dell'abitato bergamasco,come l'opera Scorcio Viale delle mura (fig 4) e in altri, i colori del tricolore italiano caratterizzano la composizione che risulta vivace e delicata secondo i tratti distintivi dell' arte della pittrice.
Questi aspetti li possiamo ritrovare anche nell’opera Bergamo assopita n 2 che si presenta come un arcobaleno di colori: Città Alta sembra risvegliarsi da un incanto fiabesco.
In Bergamo in quadra, l’artista si avvale dell' uso dei colori primari che sottolineano il profilo della città. Questo acquerello è stato realizzato su carta cotone, un supporto differente da quello usualmente impiegato, che a contatto con i colori crea effetti di cangianti tonalità.

Le opere dell'artista bergamasca si presentano come immagini ariose, luminose dotate di delicatezza cromatica. La scelta dei colori non assolutamente casuale, rivela un livello d’interiorità ancora più profondo, che l’artista non tiene per se ma lo manifesta perché il suo intento è anche quello di raccontarsi oltre che raccontare la sua città. Ed ecco che in questo senso, il giallo preponderante in Città gialla (fig 5) diventa metafora di vitalità ed energia mentre i toni del grigio ed i blu inducono alla riflessione. 
Un esempio è l'opera le Mura e la città (fig 6)  l'ultima ad essere stata realizzata: in questo dipinto evidente è il forte contrasto tra il cielo e le mura dalle tonalità scure e la città rosea che trova rifugio e protezione tra i bastioni. 

Ulteriori Immagini

Verso Città Alta, Mura di San Lorenzo
Verso Città Alta, Mura di San Lorenzo

Le fortificazioni di S.Lorenzo a difesa della città,furono le prime ad essere costruite nel XVI secolo.
La pittrice, in questo acquerello, le raffigura in un particolare scorcio dall'alto: lungo la via si notano persone a passeggio ed in lontananza il borgo.

Le mura settentrionali
Le mura settentrionali

Nel dipinto si può notare un particolare delle mura poste sul lato settentrionale della città.
Predomina il colore verde della vegetazione circostante, declinato secondo varie modulazioni del colore: dal verde erba, al verde muschio e verde smeraldo.

Porta S. Alessandro
Porta S. Alessandro

Questo è l'unico acquerello monocromo presente in mostra.
Porta S.Alessandro è abbozzata ma in tratti distinguibili e riconoscibili.

Scorcio Viale delle mura
Scorcio Viale delle mura

Il Viale delle mura è ritratto in un mese autunnale. Un tappeto di foglie riveste la pavimentazione mentre in secondo piano si scorge il borgo cittadino che pare quasi innevato.

Città Gialla
Città Gialla

In questo acquerello si può notare il profilo di Città Alta, diverse volte raffigurato dall'artista nei dipinti che fanno parte della collezione Bergamo e dintorni.
La città, come indica il titolo dell'opera è pervasa da una tonalità di colore giallo che si combina ad altri colori complementari.

Le mura e la città
Le mura e la città

In quest'opera le mura sono rappresentate attraverso una colorazione diversa rispetto a quella presente nei dipinti presenti in mostra: il grigio, che d'altra parte è il loro colore naturale.
Sembra che scegliendolo per questa visione della città, la pittrice  abbia voluto trasmettere un senso di durezza dei bastioni a salvaguardia della città.
I toni scuri sono mitigati dal rosa delicato della città quieta in lontananza, sovrastata da un cielo a tratti minaccioso.

Attraverso la sua arte l’artista ci offre la possibilità di poter guardare la nostra città con occhi diversi, più attenti,abbandonandoci alle sensazioni che essa suscita in noi. La mostra è visitabile durante gli orari d’apertura del locale.  L'artista Serenella Oprandi lavora presso il suo studio di Via Ponchielli 12, Bergamo. 



Potrebbe anche interessarti

  • Picasso, De Chirico, Morandi
    Picasso, De Chirico, Morandi

    (09-05-2018) - Recensione
    Brescia, Palazzo Martinengo

    Raffaello e l'eco del mito
    Raffaello e l'eco del mito

    (19-03-2018) - Recensione
    GAMeC, Bergamo

    Dentro Caravaggio
    Dentro Caravaggio

    (13-01-2018) - Recensione
    Palazzo Reale, Milano

    Lorenzo Lotto. I capolavori della Santa Casa di Loreto
    Lorenzo Lotto. I capolavori della Santa Casa di Loreto

    (26-10-2017) - Recensione
    Bergamo, Palazzo Creberg

  • Da Hayez a Boldini
    Da Hayez a Boldini

    (03-04-2017) - Recensione
    Palazzo Martinengo, Brescia

    Longaretti lungo un secolo
    Longaretti lungo un secolo

    (19-12-2016) - Recensione
    Fondazione Adriano Bernareggi, Bergamo

    Tiepolo, Genio del secolo
    Tiepolo, Genio del secolo

    (21-10-2016) - Recensione
    Palazzo Storico Credito Bergamasco, Bergamo

    Alfa e Omega
    Alfa e Omega

    (08-10-2016) - Recensione
    Mostra itinerante

  • Sei stanze una storia ottocentesca
    Sei stanze una storia ottocentesca

    (19-07-2016) - Recensione
    Galleria d'arte moderna, Milano

    Lo splendore di Venezia
    Lo splendore di Venezia

    (24-05-2016) - Recensione
    Palazzo Martinengo, Brescia

    KAZIMIR MALEVIC
    KAZIMIR MALEVIC

    (07-12-2015) - Recensione
    Gamec, Bergamo

    PALMA IL VECCHIO, LO SGUARDO DELLA BELLEZZA
    PALMA IL VECCHIO, LO SGUARDO DELLA BELLEZZA

    (01-04-2015) - Recensione
    Gamec, Bergamo

  • "I TANGO!"

    (06-03-2015) - Recensione
    Vello di Marone, Iseo

    IL CIBO NELL'ARTE CAPOLAVORI DAL '600 A WARHOL
    IL CIBO NELL'ARTE CAPOLAVORI DAL '600 A WARHOL

    (19-02-2015) - Recensione
    Palazzo Martinengo, Brescia

    VINCENT VAN GOGH L'UOMO E LA TERRA
    VINCENT VAN GOGH L'UOMO E LA TERRA

    (11-11-2014) - Recensione
    Milano, Palazzo Reale

    IL CLASSICO NELL' ARTE
    IL CLASSICO NELL' ARTE

    (14-02-2014) - Recensione
    Gamec Bergamo



Commenti: 2

  • Complimenti Alessia! Riesci a far capire l'arte anche a chi non se ne intende particolarmente ma ne è interessato!

  • Ciao Francesca, ti ringrazio moltissimo per il tuo commento! Mi fa molto piacere che ti sia piaciuta la recensione. Il mio obiettivo è proprio quello di avvicinare le persone all'arte, che è appunto una cosa meravigliosa!! Grazie ancora. Ciao Alessia C.







Lascia un commento

Dichiaro di accettare la Privacy Policy