L'ACCADEMIA CARRARA DI BERGAMO


L'ACCADEMIA CARRARA DI BERGAMO
  • Data05-08-2014
  • Categoria

Al di là delle vicissitudini politico-amministrative che hanno interessato negli ultimi mesi e stanno tuttora interessando l' Accademia Carrara, le notizie che si susseguono circa la riapertura, gli interventi di restauro ed il nuovo progetto di allestimento, forse ci siamo distratti  o semplicemente non ci siamo mai  soffermati, con la dovuta attenzione, sulla genesi e sulla storia dell' Istituzione museale più importante della nostra città.
Un aspetto peculiare dell'Accademia, fortemente caratterizzante la sua fisionomia originaria del 1820 è la sua natura collezionistica. Essa infatti iniziò a prendere forma, già alcuni decenni prima, partendo dalla collezione del Conte Giacomo Carrara che, da erudito collezionista e mecenate qual' era donò come eredità testamentaria l'intera sua raccolta ; successivamente ampliata  grazie ai lasciti dei cittadini bergamaschi più illustri, profondi estimatori d'arte come G. Lochis, G. Morelli, Orsetti solo per citarne alcuni.
Per molto tempo l'Accademia mantenne un allestimento museografico basato su una presentazione  delle opere secondo la collezione cui facevano riferimento, fino a quando nel 1958 la gestione dell' istituzione museale passò nelle mani dell'amministrazione comunale di Bergamo con conseguente riallestimento. Il patrimonio culturale dell'Accademia Carrara è immenso basti pensare che il corpus di opere che la costituisce copre un periodo storico che va dal "400 all' "800, all' interno del quale troviamo declinate le esperienze figurative delle principali scuole artistiche italiane.

Il repertorio figurativo è dominato dalle opere dei grandi maestri di ogni secolo, Raffaello, Tiziano, Botticelli, Tiepolo, Bellini, Antonello da Messina ma, lo scrigno della Carrara racchiude al suo interno, le opere degli artisti bergamaschi che hanno dominato il panorama artistico orobico, come i cinquecenteschi Lotto, Previtali, Giovanni Cariani e  Palma il Vecchio che  seppero costituire una valida alternativa alle composizioni dei veneti Tiziano e Giorgione imperanti sulla scena artistica di quegli anni.
Dalla ritrattistica come genere privilegiato di  Moroni, passando per il naturalismo di Ceresa, E. Baschenis, fino ad arrivare a V. Ghislandi e  Giovanni Carnovali, il  nuovo percorso museale mostrerà al pubblico l' avvicendarsi di personalità artistiche che attraverso le loro personali chiavi di lettura hanno fornito spunti ed interpretazioni interessanti di tematiche spesso riproponendoli proprio perché  "i pittori  ripetono i temi per sedurre con i temi che hanno già sedotto".( G.Romano).
Nel frattempo molti dipinti della Carrara sono stati in viaggio, durante questo lungo periodo di chiusura sono stati protagonisti di esposizioni  presso alcune città europee riscontrando un apprezzamento ed un notevole interesse. Come ad esempio quella terminata nel mese di luglio presso il Museo Puskin di Mosca a cura di Giovanni Valagussa e Viktoria Markova, curatrice della sezione della pittura italiana. Quello che ci sia augura è che la partecipazione e l'attrattiva suscitata dai dipinti presso i musei che le hanno ospitate non si esaurisca ma possa rinnovarsi continuamente ed in modo particolare nella nostra città, quando le opere saranno di nuovo riunite, all'interno del nuovo spazio espositivo rimarcando ai visitatori che l'Accademia Carrara è annoverata tra i musei d'arte antica più importanti in Italia.



Potrebbe anche interessarti

  • La moda incontra il surrealismo di Ignasi Monreal
    La moda incontra il surrealismo di Ignasi Monreal

    (07-05-2018) - Articolo

    Una villa di delizia locale: Palazzo Visconti di Brignano Gera d'Adda
    Una villa di delizia locale: Palazzo Visconti di Brignano Gera d'Adda

    (17-07-2017) - Articolo

    Novità! I punti di interesse storico- artistico
    Novità! I punti di interesse storico- artistico

    (22-09-2016) - Articolo

    Dal cielo alla terra. Da Michelangelo a Caravaggio, il Tesoro d'Italia III
    Dal cielo alla terra. Da Michelangelo a Caravaggio, il Tesoro d'Italia III

    (09-06-2016) - Articolo

  • Le Meraviglie dell'ARTE con una APP
    Le Meraviglie dell'ARTE con una APP

    (30-10-2015) - Articolo

    LA NUOVA ACCADEMIA CARRARA
    LA NUOVA ACCADEMIA CARRARA

    (10-06-2015) - Articolo

    IL MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA ALBERTO MELI
    IL MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA ALBERTO MELI

    (29-10-2014) - Articolo

    Il Nilo, Giorgio Oprandi
    Il Nilo, Giorgio Oprandi

    (11-07-2018) - Evento
    Ubi Banca, Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto 8 Bergamo

  • Manzù tra vita e opere
    Manzù tra vita e opere

    (06-06-2018) - Evento
    Palazzo della Provincia di Bergamo

    L'eredità di Caravaggio.
    L'eredità di Caravaggio. "Capolavori in luce"

    (12-05-2018) - Recensione
    Bergamo

    Picasso, De Chirico, Morandi
    Picasso, De Chirico, Morandi

    (09-05-2018) - Recensione
    Brescia, Palazzo Martinengo

    Luo Li Rong
    Luo Li Rong

    (17-04-2018) - Artista

  • Raffaello e l'eco del mito
    Raffaello e l'eco del mito

    (19-03-2018) - Recensione
    GAMeC, Bergamo

    Esposizione della scultura
    Esposizione della scultura "Serendipity"

    (09-03-2018) - Evento
    Chiostro di Santa Marta, Ubi Banca Bergamo

    Cristo Redentore Benedicente
    Cristo Redentore Benedicente

    (20-01-2018) - Opera

    Dentro Caravaggio
    Dentro Caravaggio

    (13-01-2018) - Recensione
    Palazzo Reale, Milano



Commenti: 0







Lascia un commento

Dichiaro di accettare la Privacy Policy